venerdì 4 gennaio 2008

Patrizia Lo Sciuto


Danzatrice, coreografa e pedagoga, si forma a Parigi.  Ottiene nel 1991 il DE, Diploma di Stato Francese per l'insegnamento della danza contemporanea presso l'Istituto Rencontres Internationales de Danse Contemporaine (RIDC), diretto da Françoise e Dominique Dupuy.
Studia a Parigi la tecnica Limon con Josée Cazeneuve e l’AFMD, Analisi Funzionale del Movimento Danzato con Odile Rouquet.
Negli anni della sua permenza decennale a Parigi studia con coreografi e pedagoghi di fama internazionale tra i quail : Viola Farber, Mourray Louis, Christine Bastin e Josef Nadj.
A Bruxelles segue un workshop residenziale sulle tecniche compositive coreografiche tenuto dalla coreografa americana Trisha Brown. Dopo questo significativo incontro approfondisce gli studi di Release Technique con Diane Madden, Shelley Center e Greg Lara, membri della “Trisha Brown Dance Company”. Dal 1996 ad oggi codirige la Compagnia Moto Armonico Danza e partecipa a tutte le produzioni della compagnia in qualità di interprete e coreografa. Parallelamente si interessa alle tecniche salutistiche cinesi studiando il Qi Gong con i maestri Liu Dong e Li Xiao Ming.
La sua carriera di interprete è ricca di significative esperienze di livello internazionale tra le quali, in Germania, al Festival Musikfestival 3. Art, nello spettacolo 11 fugues di Bernd Uwe Marszan, solista della Compagnia di Pina Bausch e in Francia presso il Centre Chorégraphique National Ballet Preljocaj di Aix en Provence dove è stata invitata per una residenza coreografica di creazione dell'assolo "La vie en scories" con musiche originali di
Alessandro Librio. Lo spettacolo ha aperto il festival della danza contemporanea del "Pavillon Noir" della stagione 2010-2011. Ha insegnato a Parigi Release Techniquecontact improvisation e composizione coreografica nell'anno accademico 2012-2013 presso l’Istituto di alta formazione della danza contemporanea RIDC (Rencontres Internationales de
Danse Contemporaine).